L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Duna consolidata
Duna consolidata

Il ginepro è una pianta sempreverde che cresce in vicinanza dei litorali, specialmente sulla sabbia. Molto diffusa nel Mediterraneo è aromatica con bacche rosso-bruno. Dal legno si ricava un olio utilizzato in medicina.

  • FLORA DELLA DUNA CONSOLIDATA

La macchia a ginepri è un habitat del Mediterraneo ormai rarissimo. Nell’area di Rosa Marina sono presenti esemplari plurisecolari delle due specie di ginepro ossicedro e ginepro fenicio, sono relitti dell’antica vegetazione che ricopriva l’intero litorale salentino.

Purtroppo la pressione dovuta alla presenza umana, con l’apertura di varchi incontrollati verso il mare e auto parcheggiate sulla duna, hanno provocato una drastica riduzione di questa vegetazione.

Accanto al ginepro crescono altre specie della macchia mediterranea quali la fillirea, il lentisco, il mirto, il the siciliano.

La pseudosteppa mediterranea è un'associazione erbacea simile alle steppe euro-asiatiche, che a differenza di queste si sviluppa in un clima mediterraneo, su suoli aridi e pietrosi. Essendo caratterizzata da elevata biodiversità va tutelata e preservata.

Tra le graminacee molto comune è il genere stipa (da cui deriva il termine "steppa"); su substrati pietrosi domina il paleo delle garighe (Brachypodium ramosum).

Frequentissime nella pseudosteppa sono le fioriture di orchidee selvatiche.

  • FAUNA DELLA DUNA CONSOLIDATA
    • Biacco (Hierophis viridiflavus)

Il Biacco, il serpente più diffuso e frequente in Puglia, è facilmente riconoscibile per la sua livrea nera con riflessi blu. Il cosiddetto "scorzone" non è velenoso, è prevalentemente diurno e si ciba soprattutto di piccoli mammiferi, uova e nidiacei di uccelli, lucertole, anfibi, altri serpenti (anche della sua stessa specie) e ramarri.

    • Cinciallegra (Parus major)

E' lunga circa 15 cm ed ha un piumaggio verdastro nelle parti superiori e giallastro in quelle inferiori. Molto attiva e curiosa la cinciallegra scende di rado al suolo. E' un uccello voracissimo, si ciba prevalentemente di insetti e delle loro larve.

    • Ramarro (Lacerta bilineata)

Lucertola grande ed elegante, può raggiungere i 40 cm inclusa la coda. Nell'epoca dell'accoppiamento gli esemplari maschi sostengono duri combattimenti. Si trova in aree con densa vegetazione esposta al sole. E' possibile ritrovarlo anche in ambienti umidi.